Manutenzione territorio montano - MANUMONT 
 

Progetto MANUMONT di Piano direttore per la manutenzione del territorio collinare e montano

Collaborazione tra Autorità, UNCEM e Comunità montane del bacino del fiume Po

Aggiornamento novembre 2008

L’Autorità di bacino del fiume Po ha promosso un Progetto che persegua le seguenti finalità strategiche:

  • dimostrare la sostenibilità di un sistema di manutenzione permanente
  • definire concetti e criteri condivisi di ricognizione, controllo e manutenzione del territorio
  • proporre modelli di coinvolgimento degli enti locali nell’attività di manutenzione
  • individuare meccanismi di finanziamento continuativi per l’attività di manutenzione
  • individuare meccanismi di affidamento dei lavori più coerenti con le azioni manutentive
  • individuare procedimenti amministrativi semplificati e condivisi per l’approvazione dei programmi e degli interventi

In attuazione di tale progetto, Autorità di bacino del Po, UNCEM e cinque Comunità montane hanno sottoscritto il 12 maggio 2005 un Protocollo d’intesa per la definizione di progetti pilota di manutenzione del territorio, che prevedono la predisposizione di un Piano direttore per la manutenzione per il territorio di ognuna delle Comunità montane sottoscrittici dell’accordo.

Nell’ambito del Progetto MANUMONT sono inoltre stati promossi dall’Autorità di bacino del fiume Po i seguenti accordi:

Accordo quadro per la redazione di un Piano direttore finalizzato alla manutenzione del territorio e alla tutela delle acque del bacino del torrente Belbo, sottoscritto il 07/12/2005.

Protocollo d’intesa per la definizione del Piano direttore per la manutenzione del territorio della Comunità Montana Appennino Parma Est, sottoscritto il 21/10/2006. I sottoscrittori del Protocollo di intesa sono, oltre all’Autorità di bacino del fiume Po, la Regione Emilia-Romagna, la Provincia di Parma e la Comunità Montana Appennino Parma Est.

Il Progetto è articolato in due fasi:

Fase 1. Individuazione di criteri e metodi per la redazione dei piani di manutenzione e prima raccolta dei quadri conoscitivi.
L'attività si è conclusa nel settembre 2006 con la pubblicazione del documento di Linee-guida, disponibile attraverso il collegamento in fondo alla pagina.

Fase 2. Applicazione del metodo individuato nella Fase 1, per i territori delle Comunità montane Valchiavenna (SO), Valle Ossola (VB), Valli del Nure e dell’Arda (PC), Valli Stura e Orba (GE), Appennino Parma Est (PR), del Baldo (VR) e per il bacino del torrente Belbo. Questa fase ha come obiettivo la redazione dei Piani direttori di manutenzione per il territorio delle sei comunità montane più il bacino idrografico del torrente Belbo. L'attività è iniziata a marzo 2007 e si concluderà entro il 2008.

Diario delle attività e documenti di riferimento
Comunità Montane della sperimentazione
Linee guida dei piani di manutenzione