-Stai navigando in:Home

A Parma il Workshop “Dal DMV al Flusso Ecologico”

L’iniziativa, organizzata dall’Autorità di bacino in collaborazione con le Regioni del distretto padano, si é tenuta  a Parma lo scorso 27 giugno, con inizio alle ore 9.45, presso la Sala Du Tillot della Camera di Commercio – Via Verdi, 2/a.

Nel bacino del fiume Po, il concetto di Flusso Ecologico (Ecological Flow) è stato in parte anticipato dal concetto di Deflusso Minimo Vitale, di cui alla Deliberazione del Comitato Istituzionale n. 7/2004.
La metodologia di calcolo della componente idrologica e dei fattori correttivi - in corso di applicazione secondo un approccio graduale da parte delle Regioni e sulla base degli esiti di importanti sperimentazioni - è, infatti, un primo tentativo di coniugare le esigenze di tutela ambientale dei corpi idrici con quelle di natura economica-produttiva delle concessioni d'uso già esistenti o future.
Tuttavia, lo stato attuale di corsi d'acqua e le nuove esigenze di natura ambientale e socio-economiche evidenziate nei documenti europei di recente pubblicazione pongono nuove questioni e priorità diintervento anche per il bacino del fiume Po.

Il Workshop ha avuto lo scopo di:

- contribuire a valorizzare le conoscenze e le best practice già presenti nel bacino padano;
-  diventare un'occasione di approfondimento delle criticità comuni incontrate nell’applicazione del DMV e, in particolare, nell’utilizzo dei nuovi strumenti di monitoraggio, introdotti ai sensi della DQA, per valutare gli impatti dei prelievi idrici sui corpi idrici;
- valutare le lacune conoscitive e scientifiche ancora esistenti sul tema, sia a livello nazionale sia a livello internazionale;
-   contribuire a definire le linee guida per i monitoraggi e le sperimentazioni per il calcolo delDMV/Ecological Flow, ottimizzando anche le risorse umane e finanziarie da impiegare;
- accrescere la consapevolezza degli utilizzatori sui problemi attuali e futuri da affrontare per ridurre l'inquinamento delle acque e per aumentare l'uso efficiente delle risorse idriche disponibili e laresilienza dei corpi idrici, così come richiesto dalla Commissione Europea.

L'incontro, a partecipazione libera, ha registrato un totale di 89 presenze.

Attraverso il collegamento a a fondo pagina é possibile prendere visione dell’agenda dei lavori,  delle presentazioni illustrate dai relatori nel corso del Workshop nonché dei contributi presentati nella sessione dedicata agli interventi programmati.

A corredo delle informazioni fornite si pubblicano, inoltre, alcuni articoli di approfondimento scientifico sul tema del deflusso minimo vitale.

Modificato: 9 luglio 2013