OSSERVATORIO

PERMANENTE SUGLI UTILIZZI IDRICI NEL DISTRETTO IDROGRAFICO DEL FIUME PO

membri dell'osservatorio

Ministero della Transizione Ecologica, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Ministero delle  Infrastrutture e dei  Trasporti, Dipartimento della Protezione Civile,  Autorità Distrettuale del Fiume Po, Regione Emila Romagna, Regione Liguria, Regione Lombardia, Regione Piemonte, Regione Toscana, Regione Valle d’Aosta, Regione Veneto, Provincia Autonoma di Trento, Regione Marche  ISTAT, ISPRA, CREA, Agenzia Interregionale per il Po, Terna Rete Italia, Consorzio del Ticino, Consorzio dell’Adda, Consorzio dell’Oglio, ANBI, UTILITALIA, ANEA, ASSOELETTRICA

 

Sezioni

Bollettini archivio
In questa sezione potete accedere ai vari bollettini emessi dall’Autorità di bacino distrettuale del fiume Po sulla base di dati forniti da ARPA regionali, AIPo, TERNA SpA e Consorzi di regolazione dei laghi
Documentazione

In questa sezione è possibile consultare gli atti istituzionali e altri documenti dell’Osservatorio

 

Bollettino del  21 settembre 2022

bollettino 21 settembre

L’OSSERVATORIO

è il tavolo istituzionale di cooperazione e coordinamento costituito dagli Enti competenti e dai portatori d’interesse del settore idrico allo scopo di affrontare e contrastare efficacemente le situazioni di siccità e/o carenza idrica nel territorio del distretto:
– Promuove la realizzazione di un sistema condiviso di monitoraggio in tempo reale del bilancio idrico, di previsione delle siccità ed allerta precoce, sulla base delle migliori pratiche delle tecnologie appropriate e di costi ragionevoli.
– Individua le azioni necessarie alla gestione proattiva delle siccità a livello distrettuale, anche definendo le grandezze critiche per la classificazione della condizione climatica in atto (indicatori, variabili climatiche e soglie).
– Definisce i criteri ed indirizzi per lo sviluppo di piani regionali e/o comprensoriali finalizzati alla conservazione della risorsa idrica.

L'Osservatorio Permanente

ha l’obiettivo di rafforzare la cooperazione e il dialogo tra i soggetti appartenenti al sistema di governance della risorsa idrica nell’ambito del distretto, promuovere l’uso sostenibile della risorsa idrica in attuazione della Direttiva 2000/60/CE e coordinare l’attuazione delle azioni necessarie per la gestione proattiva degli eventi estremi siccitosi, sia di valenza distrettuale che di sottobacino, anche ai sensi e per gli effetti dell’art. 145, comma 3 e degli artt. 167 e 168 del D.lgs. 152/2006, nonché per l’adattamento ai cambiamenti climatici

strumenti previsti dall'Osservatorio

il “disciplinare” per il funzionamento dell’Osservatorio riportante la base conoscitiva necessaria, le sue articolazioni territoriali e le misure attivabili nelle diverse situazioni di crisi;

una piattaforma informatica di studio, simulazione e rappresentazione della situazione idroclimatica e idrica del distretto, denominata “modello DEWS”, acronimo di “Drought Early Warning System”, realizzata nel 2012 e in via di aggiornamento e miglioramento

i “Bollettini” per la rappresentazione della situazione idroclimatica e idrica del distretto, con le sue possibili evoluzioni

i documenti riportanti le azioni e le modalità operative per il contrasto alla situazione di crisi (es. “Direttiva magre”, “Siccidrometro”, ecc.)

Stato di severità idrica a scala nazionale

logoispra

SOTTOBACINI D'INTERESSE

Altri Enti partecipanti

Regioni coinvolte

anni di attività

Tuteliamo insieme le Persone, il Territorio e le Attività Produttive