L’Autorità distrettuale del fiume Po per la prima volta all’interno di un duplice progetto di Ricerca Partecipata, in collaborazione con l’Università degli Studi di Brescia e coordinato dallo sportello della scienza WatShop, per la realizzazione di due piani paralleli con focus su differenti tematiche: il Progetto IDROELETTRICO e il Progetto RISORSE, che si svilupperanno sul delicato tema del cambiamento climatico e degli effetti sulla produzione idroelettrica e la gestione delle risorse idriche destinate all’agricoltura.
Con l’obiettivo di una creazione dai forti legami tra il mondo della ricerca e della pianificazione e la società civile sul tema della gestione sostenibile delle risorse idriche nel clima che cambia, al fine di sviluppare un ascolto efficace del territorio e delle sue necessità, si è svolta la giornata di presentazione dei due progetti attraverso un evento online che ha visto il coinvolgimento e il confronto in una Tavola Rotonda di alcuni degli stakeholder individuati e presenti nel territorio: Regione Lombardia, Elettricità Futura, Comunità Montana Valle Camonica, Comitato Centraline di Valle Camonica – per l’acqua che scorre, ANBI Lombardia e Fondazione Cogeme.
I progetti puntano a rendere il sottobacino del fiume Oglio un caso esemplificativo per nuovi paradigmi di sviluppo sostenibile condivisi da portatori di interessi differenti, ma accomunati tutti dalle risorse idriche.